Rimedi - Ecco i quattro prodotti naturali che vi presentiamo per la cura della psoriasi

Posted on

La Commissione europea (Ce) ha approvato Secukinumab come trattamento sistemico di prima linea della psoriasi a placche da moderata a severa negli adulti candidati alla terapia sistemica.

Il nuovo farmaco, Siliq (brodalumab), un anticorpo monoclonale, deve essere somministrato per iniezione in pazienti che hanno già provato altre terapie farmacologiche e/o la fototerapia. In Italia sono circa un milione e mezzo i pazienti affetti da psoriasi, ossia il tre percento della popolazione. E’ stato descritto anche Apremilast (Otezla®), un inibitore della fosfodiesterasi 4 (PDE4) sviluppato dalla Celgene, particolarmente efficace nei pazienti anziani affetti da psoriasi e artrite psoriasica. Questo farmaco “è il primo inibitore dell’IL-17A approvato per la psoriasi, l’artrite psoriasica e la spondilite anchilosante e dal suo lancio è stato reso disponibile a oltre 100.000 pazienti”. Inoltre, il 44% dei pazienti con psoriasi ha ottenuto una risoluzione completa delle lesioni cutanee all’anno 1 e questo tasso si è mantenuto fino all’anno 5 (41%). “Nelle sperimentazioni cliniche questo farmaco ha mostrato risultati eccezionali, portando alla completa scomparsa della malattia in oltre il 50% dei casi” afferma Gianfranco Altomare. Per chi convive con questa patologia si apre una prospettiva nuova: avere una pelle “pulita”, libera del tutto o quasi del tutto da lesioni, ovvero una “Clear Skin”. Con sede a Basilea, in Svizzera, Novartis offre un portfolio diversificato, per meglio rispondere a queste esigenze: farmaci innovativi, prodotti per la cura dell’occhio e generici a costi competitivi. Novartis ha annunciato i dati che dimostrano la significativa e duratura risoluzione delle lesioni cutanee con secukinumab in pazienti con psoriasi a placche da moderata a severa a 5 anni.

Il direttore della Clinica dermatologica ha parlato di psoriasi, malattia della pelle che colpisce dal 3 al 4 % della popolazione

  • ·Impostare come obiettivo terapeutico una pelle esente da lesioni è possibile – per ulteriori informazioni visitare il sito www.skintolivein.com/Ask4Clear

Secukinumab (Cosentyx®), lanciato nel 2015, è il primo inibitore dell’IL-17A interamente umano approvato per il trattamento della psoriasi, dell’AP e della SA.

L’IL-17A svolge un ruolo importante nella patogenesi della psoriasi a placche, dell’artrite psoriasica (AP) e della spondilite anchilosante (SA). Il farmaco è anche approvato per il trattamento dell’AP e della psoriasi pustolosa in Giappone. ai pazienti una nuova opzione terapeutica. Un farmaco, la cui efficacia nel raggiungimento e mantenimento di una cute esente da lesioni era stata annunciata alcuni mesi fa, è ora in arrivo anche nel nostro paese. CI SONO ALMENO UN MILIONE E MEZZO DI PAZIENTI In Italia, si stima siano affette da psoriasi circa 1,5 milioni di persone con una prevalenza pari al 2,8% della popolazione. La psoriasi non è semplicemente un problema estetico, ma una malattia cronica, persistente e spesso invalidante, che può compromettere anche gli aspetti apparentemente meno importanti della vita quotidiana delle persone. *Tra tutti i pazienti ai quali è stato prescritto un trattamento iniettabile Riferimenti Il farmaco non è ancora disponibile, nel nostro Paese. Complessa, invalidante, con lesioni che interferiscono sulla vita personale e sociale: la psoriasi è una malattia infiammatoria cronica e recidivante della pelle che impatta sulla qualità di vita. All’orizzonte c’è dunque una nuova opportunità di cura per i pazienti psoriasici, rinfrancati dall’avvento dei farmaci biologici.

PRODOTTI PER LE LESIONI DELLA PELLE: PIAGHE, ULCERE, USTIONI, HERPES, PSORIASI, DERMATITI

  • ·La maggior parte delle persone (84%) deve affrontare discriminazioni e umiliazioni, e oltre un terzo (38%) dichiara anche di soffrire, a causa della psoriasi, di un disturbo psicologico diagnosticato1

Il profilo di sicurezza è stato considerato rassicurante, senza evidenza di un aumento delle infezioni gravi, che solitamente si osserva con alcune terapie della psoriasi.

In Europa, secukinumab è approvato per il trattamento sistemico di prima linea della psoriasi a placche da moderata a severa nei pazienti adulti. Negli Stati Uniti secukinumab è approvato come trattamento della psoriasi a placche da moderata a severa nei pazienti adulti candidati alla terapia sistemica o alla fototerapia. Secukinumab è anche approvato per il trattamento dell’artrite psoriasica e della psoriasi pustolosa in Giappone. Arriva anche in Italia secukinumab, primo anticorpo monoclonale approvato nel trattamento di prima linea della psoriasi a placche da moderata a severa, quando è richiesta una terapia sistemica. Secukinumab è il primo farmaco biologico, inibitore dell’interleuchina IL-17A, approvato come terapia sistemica di prima linea della psoriasi a placche, in alternativa agli attuali trattamenti caratterizzati da significativi effetti indesiderati. Rappresenta una nuova opzione terapeutica perché tutti gli altri farmaci biologici sono raccomandati per la terapia di seconda linea. INDICAZIONI: terapia sistemica di prima linea della psoriasi a placche da moderata a severa negli adulti candidati alla terapia sistemica. Nella maggior parte dei pazienti questo risultato è stato mantenuto nel corso della prosecuzione della cura per circa due anni. EQUIVALENTI: no AZIENDA: Novartis Europharm DATA APPROVAZIONE UE: gennaio 2015 Secukinumab rappresenta il primo farmaco biologico raccomandato come terapia sistemica di prima linea.

Ecco i quattro prodotti naturali che vi presentiamo per la cura della psoriasi

  • i Paesi dell’Unione Europea,
  • il Giappone,
  • la Svizzera,
  • l’Australia,
  • gli Stati Uniti,
  • il Canada.

Psoriasi, c’è una nuova cura: Secukinumab.

Psoriasi, c’è una nuova cura che promette molto bene e, soprattutto, che sta per essere commercializzata. Secukinumab, questo il nome del nuovo farmaco contro la psoriasi, è risultato efficace sul 70% dei pazienti. Sono stati trattati con il nuovo farmaco 3300 pazienti in più di 35 Paesi, e i risultati sono stati confrontati sia con la terapia standard che con il placebo. Per la psoriasi, la nuova cura funziona inibendo la proteina interleuchina 17-A. La psoriasi, senza cura definitiva finora, è una malattia infiammatoria cronica della pelle che colpisce oltre 1 milione e mezzo d’italiani. Arriva in Italia secukinumab, anticorpo monoclonale approvato nel trattamento di prima linea della psoriasi a placche da moderata a severa, quando è richiesta una terapia sistemica. mag232016 Approvato in Italia secukinumab per il trattamento di prima linea della psoriasi da moderata a severa. Questa interleuchina (proteina messaggera) è centrale nello sviluppo della psoriasi e si trova in concentrazione elevata nella pelle colpita da questa malattia. E’ la prima volta che un farmaco biologico dimostra efficacia e sicurezza a lungo termine nella psoriasi ungueale e palmo-plantare.

Vediamo ora nel dettagli le quantità necessarie dei vari prodotti da usare per cura con i prodotti naturali di Forever Living per la psoriasi.

Sia la psoriasi ungueale sia la forma palmo-plantare compromettono pesantemente la qualità di vita dei pazienti, poiché provocano riduzione della mobilità, disabilità funzionali e disagio fisico8.

In Europa, il secukinumab è approvato per il trattamento sistemico di prima linea della psoriasi a placche da moderata a severa nei pazienti adulti. Negli Stati Uniti il secukinumab è approvato per il trattamento della psoriasi a placche da moderata a severa nei pazienti adulti candidati alla terapia sistemica o alla fototerapia. Il secukinumab è anche approvato per il trattamento dell’artrite psoriasica e della psoriasi pustolosa in Giappone. La nuova formulazione (Sandimmun Neoral® ) è una microemulsione che rende più costante e regolare l’assorbimento della CsA e maggiore la biodisponibilità. L’inibizione dell’IL-17A è fondamentale, in quanto fino al 30 per cento dei pazienti affetti da psoriasi può andare incontro ad artrite psoriasica. E’ stato provato che esiste un farmaco che sta funzionando meglio di quanto previsto inizialmente, un prodotto della Novartis che si chiama Secukinumab. Chi cura la psoriasi forse conosce già alcuni di questi prodotti, come Ustekinumab che già dava dei benefici nella cura dei sintomi, soprattutto cutanei. Negli studi clinici, circa il 31% degli individui che ha assunto Otezla ha registrato un miglioramento del 75% nella gravità della psoriasi dopo quattro mesi di terapia.